BATTLE OF LIP TOPPERS

Hello Sinners!
Vi ho chiesto su Instagram se poteva interessarvi un mio post riguardo uno degli ultimi trend che io sto adorando da un po’,
quello dei Lip Toppers.

lip toppers.jpg
pic via Pinterest

Avevamo bannato i lip gloss dalle tendenze beauty da un paio d’ anni,
facevano troppo anni ’80 e le vecchie formule presenti sul mercato cozzavano con tutto quello a cui ci stavamo abituando, ovvero formule super mat e assolutamente no transfer.

A partire dall’ anno scorso abbiamo visto però comparire qualcosa di nuovo nei counter di diversi brand, qualcosa di più scintillante rispetto alla fortissima, e mai abbandonata, tendenza del super mat…
nuove formule chiamate “lip top coats” o “lip toppers“.Huda-beauty-lip-strobes-1.jpgDi cosa si tratta? é un tipo di prodotto che non va a sostituire il rossetto ma lo avvolge di un “cappotto” (coat) brillante, per uno scintillio extra o per una finitura vinilica.
Esistono infatti in diverse versioni in base all’ effetto finale desiderato, abbiamo quelli glitter, iridescenti, prismatici, metal, “strobo” e olografici.

Le formule innovative, rispetto ai vecchi classici lip gloss, sono studiate per essere applicate sopra al nostro rossetto preferito regalandogli diversi giochi di luce, senza spostarlo al di sotto, non si muovono al primo soffio di vento e sono iper pigmentati.

Come vi dicevo i lip toppers esistono in una vasta gamma di finish e di colorazioni,
e non vanno a sostituire i rossetti liquidi opachi, che regalano una tenuta impeccabile nelle ore, ma li avvolgono rendendoli più comodi all’ indosso e diversi dal classico finish mat tipico dei rossetti ad alta tenuta.lip top coats jouer makeupsinner.jpgIl primo che venne lanciato sul mercato fu il meraviglioso Skinny Dip della casa cosmetica Jouer, un’ altra pioniera fu Pat McGrath, lanciando la tendenza delle labbra rosse glitter da prima e piene di oro e argento che sembrava metallo fuso dopo.

jouer skinny dip.jpg
Skinny Dip by Jouer
molten liquid lipstick
pic via Pinterest

Hanno poi lanciato la loro proposta di lip toppers Kevyn Aucoin, con i suoi Molten Liquid Lipstick, dalle finiture metalliche, shimmer e altamente brillanti;
Too Faced, che ha introdotto nella sua gamma di MELTED LATEX la versione Unicorn Tears, dall’ effetto olografico bluastro; Stila, ha il suo Glitterati, una formula a base d’ acqua non sticky, che scivola sulle labbra regalandole luce grazie alle perle ultra sottili…

…e cosí altri brand, dei quali parleremo più giù nel post, ma sono certa che ne vedremo comparire sempre di più nel mercato, sia nella categoria high che low cost.

A proposito di low cost, alcuni marchi che hanno dei lip toppers in gamma sono Wet’n’Wild, i suoi megaslicks, che non so se siano già reperibili in Italia, la Models Own, la L’Oréal ha fatto gli Infallible Paints metallics, che si prestano benissimo all’ utilizzo sopra al rossetto, la Revlon, la Jordana, la Milani ed altri ancora.

lime crime lip toppers makeupsinner.jpg

Nota bene, che si tratta comunque sempre di formule glossy, per cui la durata non é paragonabile a quella dei rossetti liquidi mat che si asciugano, ma rispetto al passato abbiamo formule più corpose che resistono molto più tempo.
Ad eccezione di un paio di brand, che hanno invece realizzato dei toppers ad effetto glitter e metal che si asciugano sulle labbra, sto parlando di Urban Decay, con i suoi VICE SPECIAL EFFECTS, una formula in gel che si asciuga creando una barriera resistente all’ acqua, ed infine Lime Crime, con i suoi spettacolari DIAMOND CRUSHERS, anche loro a base d’ acqua ad effetto prismatico iridescente, durano a lungo e riflettono la luce in maniera spettacolare, inoltre profumano da morire 😍 volete sapere di che cosa? continuate a leggere il post…
Continua a leggere “BATTLE OF LIP TOPPERS”

Annunci