SKINCARE ROUTINE | SPRING 2019 🌿🌺

il

Hello Sinners!

Eccoci qui, come più o meno ogni stagione, a ricapitolare i miei passaggi di skincare routine, vi mostro quali sono i prodotti che sto utilizzando, cosa ho testato negli ultimi mesi, cosa fa per me e cosa no.

Per chi non mi conoscesse, vi lascio due righe dove vi spiego che tipo di pelle ho io:

sono nella fascia degli ‘enta’, ho una pelle tendenzialmente secca, abbastanza reattiva ed i miei goals sono la luminosità e mantenerla compatta e tonica contrastando i primi segni del tempo,
come i
 cedimenti strutturali.
makeupsinner skincare routine.JPG
A questo proposito, un modo per mantenere la pelle tonica ed “allenata” é abbinare alla skincare routine degli step di ginnastica facciale, così come l’automassaggio per distendere i tratti ed aiutare ad eliminare le tossine.

Io curo la pelle ed ho una mia skincare routine già da quando avevo 20 anni,
ovviamente i prodotti sono cambiati in base alle esigenze, ma non mi sono mai fatta mancare l’idratazione e sopratutto,
mi sono sempre struccata prima di andare a letto!
Mi raccomando, é importantissimo alla sera rimuovere lo sporco e le impurità dal viso, é inutile non prendersi cura di se e poi correre ai ripari quando vediamo che la pelle é spenta, i pori occlusi e il viso segnato.
Così come é super importante proteggerla dal sole, nel post vi mostro quali sono le mie protezioni spf preferite.

Let’s Rock!


872475220263214200117.png
tropical-green-leaves-background_53876-88891.jpg

detersione

Come prima cosa al mattino lavo il viso, so che c’é chi skippa il passaggio per evitare il contatto della pelle con il calcare dell’acqua ed utilizza magari una micellare od uno spray termale, io non ci riesco, mi devo dare una bella sciacquata abbondante con l’acqua non troppo calda, che rinvigorisce anche i tessuti e aiuta a svegliarsi.

Per questo step utilizzo in genere un detergente in mousse, la mia tipologia preferita.
cosmia-mousse-detergente
Qui, nessuna novità nel trovare questo prodotto se avete letto anche gli altri miei post, la Facial Cleansing Foam della Cosmia, continuo a comprarla e ricomprarla.
E´ economica, fa il suo lavoro e rimane delicata sul viso, crea una schiuma bella compatta e morbida, rimuove l’eccesso di sebo e ciò che si accumula sula pelle durante la notte.glow tonic cleansing gel pixi beauty.JPGMa, lo alterno al Glow Tonic Cleansing Gel della Pixi, dalla formula appunto in gel, che contiene acido glicolico, estratto di ippocastano, aloe e ginseng, aiuta a raffinare ed illuminare la pelle lasciandola energizzata e levigata.
Non crea schiuma quindi é perfetto perché non dissecca minimamente la pelle, ma attua una micro esfoliazione agli acidi della frutta, ne affina la texture e la rende luminosa.

Dopo di che asciugo il viso con un pannetto in microfibra, molto morbido e delicato é quello della Pixi, lo lavo tranquillamente in lavatrice ed é ancora perfetto; altrimenti vanno benissimo i pannetti che trovate nei negozi di casalinghi, basta che siano in microfibra.

tonico
roseline-mulac-tonico.jpg

Fatto questo passo al tonico, e questo é in assoluto il tonico più bello che abbia mai provato. Parlo del Roseline di Mulac, se avete una pelle da normale a secca o siete fra quelli che generalmente skippano lo step, con questo prodotto non vedrete l’ora di applicarlo.

Ha un’azione idratante e levigante, perfetto per le pelli sensibili, contiene estratto di rosa damascena e sferette di acido ialuronico.

Lo applico stendendolo direttamente con le mani, lo preferisco rispetto ai dischetti di cotone, e mi lascia la pelle immediatamente compatta, idratata e luminosa.
Ha una consistenza meno liquida rispetto agli altri tonici che ho provato fin’ora, rimane più “ferma” e densa.

Se avete la pelle secca, regalatevi questa coccola e non ve ne pentirete.

Pack in plastica rosa, molto carino perché si intravedono le sfere in sospensione e travel friendly.

pixi-glow-tonic-reviewHo testato per un bel periodo di tempo anche il famosissimo Glow Tonic della Pixi, ma posso confermare ad oggi che non fa assolutamente per me, avendo la pelle sensibile infatti, dopo il suo utilizzo mi riempio di brufoletti.
Dicono sia una reazione normale della pelle, che in questo modo butta fuori tutte le impurità prima di abituarsi al principio attivo, ebbene, la mia pelle non si é mai abituata e con questo genere di prodotto proprio non va d’accordo.

Ho bisogno di un tipo di esfoliazione molto più leggera, infatti in altri prodotti della linea Glow Tonic di Pixi che ho testato, ad esempio come il detergente ed il siero, reggo bene l’ esfoliazione chimica leggera e ne traggo i suoi benefici.

Invece ho fatto testare il Glow Tonic a mia sorella e si trova benissimo, ha una pelle meno reattiva, più spessa e più grassa della mia, quindi per le pelli impure e sebacee probabilmente é un si, per le pelli secche e delicate direi di no.

mulac-ac-tion-tonico-glicolico.jpgSempre a proposito di tonici esfolianti, ho testato per qualche mese anche l’ AC-TION tonic di Mulac, il fratellino del Roseline ma a base di acido glicolico.
Lui lo trovo meno aggressivo del Glow Tonic, pulisce a fondo la pelle e noto l’effetto illuminante, ma anche l’ AC-TION, se utilizzato con costanza mi crea degli sfoghi, quindi me lo concedo ora solo un paio di sere a settimana.
Nei prossimi tre mesi lo interromperò proprio perché in estate non abbiamo bisogno di esfoliare cosí tanto la pelle, lo riprenderò in autunno.

siero

Di sieri ne ho provato diversi negli scorsi mesi, i miei preferiti da utilizzare rimangono comunque l’acido ialuronico, che aiuta a mantenere l’idratazione della pelle nelle ore creando una barriera (non occlusiva, é perfettamente dermo-compatibile)e la vitamina C, perché mi dona luminosità e mi aiuta a combattere le macchiette e le discromie della pelle.

A questo proposito i miei sieri a base di acido ialuronico preferiti sono ad ora quello della The Ordinary e della Revolution Skincare, si assorbono in fretta, non rimangono sticky e lasciano la pelle compatta ed idratata; la mia vitamina C preferita é invece la “Vitamin C Suspension 23% + HA Spheres 2%” sempre di The Ordinary, in soluzione cremosa, trovo che sia la più efficace per me fra quelle provate fin’ ora, la uso da molto tempo, vi lascio qui il link alla descrizione se siete interessati a saperne di più su questo prodotto DECIEM linea the ordinary_ Vitamina C 

(nb: se avvertite del pizzicore durante le prime applicazioni non vi spaventate, é del tutto normale, passerà dopo poco tempo appena la pelle si abituerà alla vitamina; non utilizzare in abbinato prodotti contenenti la Niacinamide, o si annulleranno l’un l’altro).

A proposito di Vitamina C, ho provato il 7 days treatment della Clinique, un trattamento urto per le macchiette della pelle che mi ha lasciata molto soddisfatta.

L’efficacia della Vitamina C si riduce naturalmente quando viene a contatto con l’ossigeno, quindi quanto più è fresca, tanto più la sua azione è potente. Lo speciale packaging isola la Vitamina C pura fino alla sua attivazione, preservandone la freschezza e l’efficacia.

Consiste in 7 bustine di polvere detergente da utilizzare una volta al giorno per una settimana in questo modo:

  • Usare al mattino per stimolare il processo di rinnovamento cellulare.
  • Versare il contenuto di 1 bustina sulle mani precedentemente inumidite.
  • Miscelare la polvere con l’acqua per creare una schiuma.
  • Massaggiare delicatamente su tutto il viso, evitando la zona occhi.
  • Lasciare in posa per 1 minuto per sfruttare tutta l’efficacia della Vitamina C pura.
  • Sciacquare bene.

Dopo di che si passa all’altro step, composto da una fiala di attivatore di trattamento, con 10% di pura Vitamina C:

  • Lasciare il tappo. Rimuovere la pellicola.
  • Premere con forza il bottone arancione per due volte per rilasciare la Vitamina C nell’emulsione lenitiva.
  • Agitare per 15 secondi e prima di ogni utilizzo.
  • Rimuovere il tappo.
  • Miscelare 2 gocce con la crema, mattino e sera per potenziare il trattamento abituale.
  • Evitare la zona occhi. Agitare prima di ogni utilizzo.
  • Una volta attivato, il prodotto può essere usato fino a 14 giorni anche se potrebbe scurirsi a causa della normale ossidazione della Vitamina C quando viene a contatto con aria e luce.

E´ un trattamento adatto a tutti i tipi di pelle, dopo i 7 giorni appare notevolmente più radiosa e tonica e a me ha schiarito diverse macchiette, ovviamente non tutte, ci sono sempre quelle più persistenti, ma é un trattamento urto che mi ha dato un bel boost di rinnovamento cellulare, ed ora la mia situazione é decisamente migliorata, anche grazie al fatto che mantengo la continuità utilizzando quotidianamente della Vitamina C, sono molto soddisfatta.

Trovate un mini video con gli step, ed il prima e dopo della mia pelle, nei miei highlights intitolati “Clinique” su Instagram.
Vi lascio qui il link: MAKEUPSINNER

62223810_2425777644120038_4759216238079508480_n.jpg

Continuando a parlare di sieri, ne ho testato degli altri per un po’ e sono pronta a darvi il mio parere:

  • Alpha Arbutin 2% + HA
    alpha-arbutin-the-ordinary.jpg
    della The Ordinary,  una formula 2 in 1 che combina l’Acido Ascorbico puro e l’Alpha Arbutina, per regolare la pigmentazione della pelle.
    A dire la verità su di me non ha dato chissà che risultati, metterla o non metterla mi sembra la stessa cosa, quindi non la ricomprerei.
    La sto comunque utilizzando per smaltirla in combo con un’altro prodotto che sto testando, di cui vi parlerò più avanti nel post.
  • Stabilised Active Collagen
    collagene
    della Revolution Skincare, siero leggero formulato con collagene che dovrebbe elasticizzare e levigare la pelle, idratandola e rassodandola.
    L’ho preso proprio per vedere se potesse avere un’azione di tonicità e perfezionamento dei contorni del viso, ma vi dico che non fa niente di più di quello che fa un’altro idratante, come può essere l’ acido ialuronico.
    Inoltre, lascia una sensazione appiccicosa che non a tutti fa piacere (se lo avete potete utilizzarlo come primer prima del trucco).
    Io non lo ricomprerei, é decisamente più efficace la ginnastica facciale per aiutare a stimolare la produzione di collagene, questo prodotto non può fare nulla in quel senso.
  • Glow Tonic Serum
    glow-tonic-serum.jpg

    della Pixi London, questo prodotto mi é stato inviato dall’azienda con la box della linea all’acido glicolico, un tonico leggermente esfoliante che affina la grana della pelle regalando luminosità ed una texture più uniforme.
    Questo devo dire che mi é piaciuto abbastanza, nonostante io, come vi dicevo, non sia affatto una fan dell’acido glicolico, veramente troppo aggressivo sulla mia pelle, ma con questo prodotto lo riesco ad utilizzare con piacere.

 

crema

Dopo tutta questa parentesi sui sieri, che alterno in base alla giornata, passiamo alla crema giorno.
crema-trinity-mulac-skincare-recensione
Ho terminato la Trinity di Mulac Cosmetics e appena avrò modo la ricomprerò, é veramente un’ottima crema, con una formulazione semplice e adatta a tutti i tipi di pelle, si assorbe subito e regala un effetto blur come se fosse una crema siliconica, in un attimo siete pronte per il trucco, in più ha un profumo che mi ha fatto innamorare.revolution-skincare-hydrations-boostMa la crema che sto provando in questo periodo é la Hydration Boost della Revolution Skincare, una formula in gel idratante e rinfrescante, adatta a tutti i tipi di pelle.
Ha una consistenza molto leggera, appunto come quella di un gel, si assorbe subito e non mi ha dato nessun problema a livello di sensibilizzazione della pelle.

In questo periodo la sto apprezzando perché fa già parecchio caldo e quindi prediligo delle texture molto leggere sul viso, la applico anche più volte al giorno, mentre per il periodo invernale credo che questa formula non sia abbastanza per me, necessito di più nutrimento.

Non ha profumo, non costa molto, direi approvata.

ord009_theordinary_naturalmoisturizingfactors_ha_1560x1960-ffnv1.jpgUn’altra crema che ho testato é la Natural Moisturising Factors + HA della The Ordinary, ma non mi é piaciuta affatto, mi sembra che non mi idrati minimamente, non so, magari potete provarla se avete la pelle tendente al grasso perché dopo averla applicata io notavo un effetto opaco e asciutto.

pixi-phenomenal-gel.jpgAltro idratante da giorno che invece utilizzo con piacere, quando magari durante la giornata voglio aggiungere un po’ di idratazione, o prima del trucco, é il pHenomenal Gel della Pixi, un gel leggero idratante e lenitivo, che aiuta a riequilibrare il ph della pelle.

 

contorno occhi

Un contorno occhi che ho provato da poco e mi é piaciuto parecchio é l’ Illuminating Eye Cream della Lavera, ricco di attivi, si assorbe in fretta e lascia un effetto luminoso visibile, perfetto per contrastare l’occhiaia grazie alla rifrazione della luce. Inoltre contiene caffeina che aiuta a sgonfiare le borse.Lavera-Augenpflege-Illuminating-Eye-Cream-60066.jpg

Per la sera ci possiamo concedere anche un contorno occhi più ricco, come una crema all’avocado di kiehl’s o quello di Martina Gebhardt, o addirittura una maschera notturna, per restituire idratazione ed elasticità ad una zona cosi sottile e delicata, ma per il giorno vanno benissimo formule più leggere.gocce-eufrasia-dr.taffi
Ad esempio mi piacciono moltissimo anche le goccine di Eufrasia del Dr.Taffi, con Centaurea, Issopo e Camomilla, ad effetto calmante, decongestionante e lenitivo.

 

spf

Arriviamo al solare, argomento scottante, scusando il gioco di parole.

Alzi la mano chi di voi utilizza un fattore di protezione solare quotidianamente

… facciamo così, passo la parola ad una persona decisamente più esperta ed autorevole di me in questo settore, la divulgatrice scientifica Beatrice Mautino, che da quando ho scoperto un po’ di tempo fa seguo con piacere sia sulla sua pagina YouTube, il suo blog “La Ceretta Di Occam” ed inoltre stalkerizzo in dm su Instagram quando ho un dubbio esistenziale (é veramente molto gentile).

Lei ha realizzato un video che tratta dell’argomento protezione solare in maniera esaustiva e che vi invito tutti a guardare, per il bene della vostra pelle, ecco qui il link diretto:

Avete ascoltato tutto quello che dice? Bene, ora passo a fare il mio, ovvero a mostrarvi qual é la protezione che uso io quotidianamente, ossia il Sun Fluid Sensitive Protect della Eucerin.

eucerin-sun-protection
Mi ci trovo benissimo e l’ho consigliato a tutti dacché lo conosco, si tratta di un fluido leggero, all’interno della confezione ha infatti una pallina per miscelarlo, lo trovate in farmacia e parafarmacia, ha un costo che varia in base a dove lo acquistate (online spesso in sconto) che si aggira intorno ai 10€.

Protegge dai raggi UVA/UVB, ha una formula che si assorbe facilmente e lascia la pelle opaca ed asciutta, ecco perché lo preferisco rispetto ad altre creme come l’Avene etc, vi potete tranquillamente truccare al di sopra senza che il prodotto torni in superficie.

Disponibile in vari range di fattori, io questa volta ho trovato un spf30, in genere acquisto il 50, ma tanto fra non molto la dovrò ricompare perché, come diceva Beatrice, la quantità deve essere generosa.

Se poi non mi trucco, perché magari devo giusto uscire a fare delle commissioni (questo é il bello dell’aiuto che mi da la Vitamina C nello schiarire le macchiette da brufolo, sono più confident anche nell’uscire tranquillamente senza fondo), la posso riapplicare nelle ore della giornata, mentre se mi devo\voglio truccare come faccio a riapplicare il solare?

Vado sulla formula in spray, una che ho testato e mi piace é la Ambre Solaire Advance Sensitive con protezione alta, dalla formula leggera, non la devo stendere con le mani e rimane trasparente, quindi adatta anche sopra al trucco, vi consiglio di acquistarla e tenerla sempre in borsa.3600541992436.PT01.jpgIl solare é molto importante, ma é altrettanto importante rimuoverlo per bene dalla pelle non appena si può. Potrebbe aiutarvi in questo anche fare più spesso degli scrub, delicati, non troppo aggressivi, che tramite l’azione meccanica delle particelle esfolianti rimuovono i residui di prodotto al meglio.

Per questo mi sto trovando molto bene con il MAYDAY scrub di Mulac, un’esfoliante a base di noccioli di albicocca ed oli naturali. Mi piace perché non é troppo aggressivo ed ha un ottimo profumo, lascia la pelle morbidissima, ogni tanto lo porto con me anche in doccia per utilizzarlo sul corpo.mulac-mayday-scrub.jpg


Questo é tutto per la mia routine mattutina, dopo di che, dipende da cosa devo fare, mi trucco o meno e via.

Prima del trucco mi trovo benissimo con il Superfruit Extract della Revolution Skincare, un siero antiossidante ricco di attivi, che ha inoltre un’azione illuminante bellissima grazie alle microperle al suo interno e aiuta la durata del fondo in maniera spettacolare.
Quando utilizzo lo Slay the Game come base, fondotinta in stick di Mulac, uso al di sotto qualche goccia del loro Dewmix, dry oil che lascia un effetto asciutto ma setificato e luminoso.

Altro prodotto che mi piace come idratante sotto al makeup perché super ammorbidente, illuminante e anche sticky, quindi anche lui top per prolungare il makeup nelle ore, é il On-The-Glow, sempre di Pixi, in un pratico ed innovativo formato stick, perfetto da tenere in borsa e super pratico da portare in viaggio.


1782231926553315200117.pngeyeem-136367271.jpg

struccante

Qui dipende molto dalla giornata, da quanto trucco ho e dalla voglia 😅 ma comunque, mi strucco SEMPRE!
Mi raccomando é importantissimo, altrimenti non ha nessun senso che voi vi applichiate una buona crema, un siero portentoso, se prima non pulite a fondo la pelle.

Già proprio così.

Io in genere, se ho molto makeup, come una full face, prendo una noce di MU-BYE!, il balsamo detergente della Mulac, e lo massaggio su tutto il viso, occhi e labbra, in pochi istanti distrugge tutto il trucco, vedrete proprio come si scioglie sotto le dita, e diventa così molto più facile rimuoverlo completamente.mu-bye-mulac-skincare-recensioneSe vi dovessi consigliare un solo prodotto per struccarvi, sarebbe lui.

Non ho mai provato altri burri struccanti, come quello della Clinique o della The Body Shop, ma un tempo, quando spignattavo, me ne preparavo uno da me ed era eccezionale, quindi come metodo di struccaggio l’ho sempre trovato top.
Provare per credere, in più il barattolone di MU-BUY! vi durerà tantissimo perché ne basta pochissimo per distruggere un’intera full face.

Oppure, se ho poco makeup, magari una base leggera e solo il makeup occhi, vado ad eliminare ombretti, mascara, etc con il bifasico della Garnier, mi piace, costa poco, scioglie bene il makeup e lo trovo facilmente al supermercato.
Mentre la base la tolgo magari con una salvietta struccante, sopratutto per quando rientro tardi la notte sono una salvezza, ma, nota bene, il tutto dopo vá risciacquato per bene, non bastano le salviette struccanti, non ve la scampate così.

Le mie preferite ad oggi sono ancora quelle della Wycon, super imbevute di struccante, ne basta una per tutto il viso e toglie via di tutto.
Ancora nessuno é riuscito a copiargliele, però sono curiosa di provare quelle della YesTo! al pomodoro.
Altre super approvate sono quelle della Fresh&Clen in confezione maxi e quelle della Acqua alle Rose.

detersione

Cosa vi dicevo? Pensavate mica di saltare questo step?! Nonostante in diversi tipi di acque micellari ci sia scritto “azione senza risciacquo”, non credetegli.
Sia che usiate un balsamo, un olio, delle salviette o un latte detergente, dopo vi dovete risciacquare il viso con abbondante acqua tiepida e un detergente a scelta, io per la sera mi trovo bene o con la mousse della Cosmia di cui vi ho parlato all’inizio del post, oppure, ne sto testando un’altra da un po’ di mesi non male, della BotaniKa, brand che trovate all’MD e costa molto poco. Contiene succo d’aloe, estratto di mirto, arancia e pompelmo, crea una bella schiuma soffice che rimuove per bene il tutto e non mi lascia la pelle che tira.
86897-botanika-acqua-micellare-mousse-detergente-viso-ml125.jpg

tonico

Come per la mattina, dopo il detergente una bella sferzata di tonico.
Sempre il Roseline di Mulac, oppure mi piacciono anche gli spray viso di Mario Badescu, lenitivi e rinfrescanti.
mario-badescu-spray-

trattamento

Passo poi a trattare la mia pelle, vediamo cosa utilizzo in genere:

per ora sto terminando l’ Alpha Arbutin 2% + HA della The Ordinary, come vi accennavo nella sezione morning, in combo con un’altro prodotto che ho voluto prendere per testare, dello stesso brand, ovvero il 100% L-Ascorbic Acid Powder.

Si tratta di polvere di Vitamina C pura, davvero sottilissima e impalpabile.
L’ho voluta prendere per provare a continuare in qualche modo il trattamento 7days della Clinique, infatti in questo pack abbiamo della Vitamina C pura, conservata in modo che non si ossidi e da utilizzare quindi sempre fresca.

Vi dico da subito che non é pratica da utilizzare, ha in dotazione un cucchiaino che servirebbe a creare il mix di Vitamina con il proprio trattamento base, ma The Ordinary non ci specifica bene grammature, quali mix sono adatti o no, etc…
quindi, se vi piace sperimentare e ne capite abbastanza di principi attivi e avete pazienza, go ahead, altrimenti lasciate perdere e preferite preparati già pronti.

Ho sperimentato un po’ per capire quali mix andassero bene sulla mia pelle e in che dosi, innanzitutto, il cucchiaino in dotazione é troppo grande, serve molto meno prodotto ad applicazione, altrimenti non si scioglie bene e rimane in superficie facendo quell’effetto pellicola odioso.

Il trattamento in cui mi piace di più discioglierla é l’olio, lo uso con piacere in combo con il Flowmix di Mulac, composto da olietti leggeri ma nutrienti, creo un mix sul palmo della mano e lo applico.
flowmix-mulac
Se la vostra pelle non é abituata, sentirete una sensazione di pizzicore, come vi accennavo già all’inizio, il mix così in olio aiuta la pelle a sentirlo meno.

Si scioglie bene anche in trattamenti a base acquosa, come l’ Alpha Arbutin 2% + HA, che da sola non mi dice nulla, almeno così mi aiuta a veicolare la vitamina e mi ci trovo meglio. Con i prodotti a base d’acqua però tende a rimanere più appiccicoso.

Ho provato anche il mix in crema e mi piace meno, non riesco a dosarla bene e in base alla crema mi pellicola troppo. Ad esempio ho provato un mix con la Natural Moisturizing Factors + HA sempre di The Ordinary e non mi piace.

Ora, proprio l’altro giorno l’Estetista Cinica nelle sue stories di Instagram, parlando di Vitamina C, diceva che utilizzare l’acido ascorbico puro mixato così ad un po’ di trattamento non ha alcun senso, in quanto non viene veicolato all’interno della pelle come magari possono fare dei siliconi o delle formule studiate ad hoc in laboratorio.
Io infatti vi dico che questo tipo di prodotto é stato uno sfizio che ho voluto prendere per provare, ma non vi direi compratevelo, perché potreste anche far dei danni sbagliando modi e quantità di utilizzo, oppure renderlo non efficace e quindi perdere solo tempo.
Inoltre non é pratico per gli spostamenti.

Come effetti ci siamo, non dico di no, sopratutto con il mix in olio noto la pelle ultra luminosa e compatta, e mi ha aiutato un sacco per schiarire le macchiette da brufolo, la mia pelle é tutta un’altra cosa rispetto a quella di pochi mesi fa, dove ancora lottavo con degli sfoghi e con le cicatrici, ma allo stesso modo vi aiuta tantissimo per le macchiette l’altra formula già pronta all’uso, che vi ho sempre consigliato
Vitamin C Suspension 23%+ HA Spheres 2% .

Ok, hai finito adesso?! anche basta con stà Vitamina C.

Dopo di che passo alla mia crema viso e contorno occhi, come per la mattina, oppure una maschera notturna, come la Extra-Firming Night Facial Mask della Natura Siberica.
maschera-notte-viso-natura-siberica
Quando sento la pelle più secca ed ho la necessità di un boost di idratazione, uso anche due gocce di Flowmix di Mulac Cosmetics, mix di olietti che si assorbe e mi distende la pelle, la nutre e la lascia luminosissima.

EXTRA

anti spot SOS

Se mi spunta fuori un nuovo amico, mi sto trovando benissimo a combatterlo con il Benzac, una crema medicinale a base di perossido di Benzoile che si compra in farmacia. Dopo aver ben deterso ed asciugato la pelle, si stende una piccola quantità di prodotto sulla zona da trattare e si massaggia fino a completo assorbimento, una o due volte al giorno in base alla necessità.
benzac-review
Mi trovo molto bene, uccide i batteri presenti nell’imperfezione e gli impedisce di proliferare. Lo applico come descritto e dopo pochissimo tempo il brufolo é guarito, evitando così che cresca e si sia più portati a schiacciarlo.

E´ comunque un medicinale, quindi leggete prima le specifiche online o chiedete al vostro medico se potete utilizzarlo.

maschere

Non sono una fissata delle maschere, come altre persone che vedo ne fanno almeno una al giorno, le faccio quando mi dedico qualche ora per una completa pulizia del viso oppure quando vedo che ho necessità di purificare o idratare al massimo.

Ne ho testato alcune in questo periodo, ora ve le descrivo:

  • KIKO PURIFYING FACE MASK

    Maschera viso purificante in tessuto nero con carbone vegetale, divertente da fare perché una volta applicata si creano tante micro bollicine, che puliscono la pelle dalle impurità. Mi é piaciuta, lascia la pelle morbida e luminosa. 👍🏻

  • PIXI PEEL & POLISH

    E´ una maschera peeling enzimatica, rivelatrice di luminosità, ma per la mia pelle é veramente troppo aggressiva, l’ho provata una volta e quando l’ho rimossa ero molto arrossata. Quindi per me, bocciata. 👎🏻

  • PIXI GLOW MUD MASK
    Maschera purificante a base di argilla, anche questa non mi piace perché troppo aggressiva, ogni volta che l’ho fatta la mia pelle ha risposto con uno sfogo, quindi, bocciata. 👎🏻

  • PIXI GLYCOLIC BOOST
    Maschera in tessuto illuminante ed idratante. Ben imbevuta di siero, rimane aderente addosso e mi piace il suo effetto. 👍🏻
  • PIXI T–ZONE PEEL OFF MASK
    Maschera peel-off purificante dei pori a base di avocado e te verde, dovrebbe decongestionare la pelle impura, ma non avendo una pelle così problematica su di  me non noto chissà quali differenze, in più, non sono mai stata una fan delle maschere peel-off, quindi l’ho regalata. 👎🏻
  • MULAC SOS MASK
    La maschera purificante di Mulac a base di argilla Amazzonica ed olio di liquirizia. Ha un buonissimo profumo, lascia la pelle pulita e molto morbida. Inizialmente la stavo utilizzando in combo con la MUD MASK di Pixi e la combo era troppo aggressiva, da sola invece la SOS MASK, una volta alla settimana circa, mi piace.👍🏻

pixibeauty makeupsinnermulac-sos-mask

patch occhi

Un altro prodotto che ho testato e sto utilizzando con piacere sono i DETOXIFEYE di Pixi, in idrogel a base di estratti antiossidanti, camomilla, camelia, arnica, aloe, cocco e cetriolo. Mi trovo molto bene, li applico o prima del makeup per ridurre le occhiaie grazie alla caffeina ed idratare la zona, oppure alla sera quando mi sdraio e mi rilasso prima di dormire.pixi-beauty-detoxifeye.jpg

strip punti neri

Ogni tanto faccio i cerottini per i punti neri, non ne ho tanti, quindi non li faccio molto spesso, ma posso dire che questi della Beauty Formulas, che si comprano su Maquillalia, sono veramente buoni perché tirano via di tutto.
Il pacchetto da 6 strip costa solo 1€, hanno una posa di 15minuti e purificano i pori grazie al tea tree.beauty-formulas-tiras-limpiadoras-de-poros-tea-tree-1-26469.jpeg


SKINCARE ROUTINE | SPRING/SUMMER 2019 🌿☀️SKINCARE-ROUTINE-_-SPRING-2019.jpgQuesto é tutto per quanto riguarda la mia skincare routine di questa primavera,
per quanto riguarda l’estate imminente credo che andrò a sfoltire sempre di più, utilizzando prodotti leggeri ed eliminando quelli a base di alfa-idrossiacidi.

Sono curiosa di provare la linea della Pixi a base di Vitamina C o quella alla Rosa, sicuramente più adatte alla mia tipologia di pelle.

Fatemi sapere quali sono i vostri step indispensabili per una corretta skincare per la vostra pelle.
Ci sentiamo nei commenti e su Instagram,
vi lascio qui il link alla mia pagina 😘 👉🏼 makeupsinner

xoxo
2107126285225810090217.png

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.